Pubblicità
Sabatti Rover rifles

Haenel MK 556: cancellato il contratto per il nuovo fucile della Bundeswehr!

Tempo di lettura
1 minuto
Letto finora

Haenel MK 556: cancellato il contratto per il nuovo fucile della Bundeswehr!

Postato in:

Il 9 ottobre, a seguito del ricorso presentato da Heckler & Koch, il Ministero della Difesa tedesco ha cancellato il contratto per la fornitura di 120.000 fucili MK 556 vinto a settembre dalla Haenel in sostituzione del G36. E adesso?

Haenel MK 556: cancellato il contratto per il nuovo fucile della Bundeswehr!

Già nel nostro articolo in cui davamo notizia della vittoria dello Haenel MK 556 nella gara per la selezione di un nuovo fucile d'assalto per la Bundeswehr – concludevamo esprimendo il nostro sospetto che le cose non sarebbero andate così lisce come Haenel avrebbe voluto.

Lo Haenel MK 556 (sopra) e lo Heckler & Koch HK-433 (sotto)

Lo Haenel MK 556 (sopra) e lo Heckler & Koch HK-433 (sotto)

La realtà di queste ore ci ha dato ragione: con un comunicato datato venerdì 9 ottobre, il Ministero della Difesa tedesco ha annunciato l'annullamento dell'ordine di 120.000 fucili Haenel MK 556 di cui al capitolato di spesa relativo al contratto.

 

Nel comunicato ufficiale, il Ministero della Difesa indica come motivazione la notizia – inviata dalla concorrente sconfitta Heckler & Koch all'Ufficio approvvigionamenti della Bundeswehr, il BAAINBw, lo scorso 30 settembre – secondo cui la Haenel, per creare il suo MK 556, avrebbe violato numerosi brevetti.

 

Il 6 ottobre, l'edizione tedesca della pubblicazione americana d'informazione economica finanziaria Business Insider aveva pubblicato delle indiscrezioni sul ricorso presentato dalla Heckler & Koch: si tratterebbe di un monumentale documento di oltre 300 pagine in cui verrebbero indicati ben sessanta fattori di criticità nel contratto.

 

Oltre alla violazione di brevetti – citata anche in un articolo del Tagesspiegel – la C.G. Haenel sarebbe accusata anche di Price Dumping, ovvero di aver vinto la gara offrendo i suoi prodotti ad un prezzo artificiosamente ribassato rispetto ai costi di produzione per penalizzare la concorrenza.

 

Nel documento sarebbero citati anche potenziali rischi per la sicurezza nazionale, legati al fatto che la C.G. Haenel è di proprietà della Tawazun Holding, controllata a sua volta dal fondo sovrano d'investimenti di Stato degli Emirati Arabi Uniti.

 

Il sito internet dell'emittente radiotelevisiva tedesca Mitteldeutscher Rundfunk riporta che ora il Ministero della Difesa tedesco dovrà "rivalutare le offerte, prendendo in considerazione ogni aspetto". Se tale valutazione sarà anche di carattere tecnico e prestazionale o resterà nel campo economico, è ancora da vedersi. Quel che è certo è che, almeno per il futuro prossimo, qualsiasi progetto di sostituzione dello Heckler & Koch G36 da parte delle forze armate tedesche è sospeso.