Carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO

Tempo di lettura
2 minuti
Letto finora

Carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO

Postato in:

Pardini Armi ha presentato la nuova carabina ad aria compressa da competizione GPR1 EVO: quattro modelli nati dall'esperienza diretta dei campioni olimpici

Fucile ad aria compressa Pardini GPR1 EVO

Logo Pardini Armi

Logo Pardini Armi

La carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO nasce della collaborazione tra Giampiero Pardini e Niccolò Campriani, campione olimpico e detentore di due record olimpici dei giochi di Londra 2012. Il “cuore pulsante” del GPR1 – come Giampiero Pardini ama chiamarlo – è una versione evoluta delle varie innovazioni meccaniche già adottate dalle pistole ad aria compressa della stessa azienda.

La carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO presenta un grilletto criodesmodromico – realizzato sulla base di componenti prodotte in acciaio trattato criogenicamente e munito di un efficiente riduttore di rinculo. Tra le caratteristiche principali dello schema del GPR1 troviamo anche un assetto ergonomico e una calciatura modulare realizzata in lega leggera d'alluminio ERGAL 7075.

Tutti gli accessori e le componenti possono essere regolati sui tre assi, e sono disponibili in kit per la conversione dell'arma all'impiego da parte di tiratori mancini. Il calcio, l'impugnatura, l'astina, il calciolo e la canna presentano contrappesi tenuti in posizione tramite l'impiego di viti.

VIDEO / Carabina aria compressa Pardini GPR1 Evo

VIDEO / Niccolò Campriani e la sua carabina Pardini GPR1 EVO

Carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO

Carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO

Col 2016, la carabina ad aria compressa Pardini GPR1 si rifà il look. Il nuovo modello EVO si aggiunge alle versioni TOP e PRO già in catalogo; ne condivide le regolazioni meccaniche, pur vantando una serie di cambiamenti:

  • una serie di intagli sulla calciatura che alleggeriscono il fucile e ne rendono unico il profilo
  • una nuova finitura inox della canna
  • un'astina innovativa, che incorpora il meglio di quanto visto sinora: corpo in legno, confortevole alla presa, ed estremità anteriore in alluminio che consente l'installazione di contrappesi in aggiunta a quelli già contenuti nel corpo del guardamano. Questa caratteristica è stata sviluppata in base alle specifiche richieste degli atleti del Team Pardini, in particolar modo di Petra Zublasing che ha espresso il desiderio di vedere tutte le parti di contatto tra l'arma e il corpo del tiratore realizzate in legno.
All'interno dell'astina trovano spazio 4 contrappesi

All'interno dell'astina trovano spazio 4 contrappesi

I contrappesi modulari esterni sul frontale dell'astina

I contrappesi modulari esterni sul frontale dell'astina

I contrappesi laterali alla volata della carabina

I contrappesi laterali alla volata della carabina

La leva dell'otturatore, aperta

La leva dell'otturatore, aperta

La calciatura regolabile

La calciatura regolabile

Il grilletto regolabile

Il grilletto regolabile

Componenti del fucile Pardini GPR1 EVO

La carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO presenta una finitura inox lucida della canna, un serbatoio dell'aria di colore nero e una rampa dello stesso colore per il mirino; tra le altre caratteristiche troviamo una tacca di mira Centra Pro 57, una diottra Centra Score M22, un sistema di regolazione delle mire per elevazione, un calciolo MEC Contact III e un'astina in legno ed ERGAL con un set di dieci contrappesi interni ed esterni. Sono disponibili anche tre contrappesi per il sottile poggiaguancia, anch'esso in legno e disponibile in versione per tiratori destrimani o mancini, e un set di dieci contrappesi per la rampa del mirino.

L'impugnatura è disponibile in tre diverse taglie (S-M-L) per la versione destra e in una sola taglia nella versione mancina.

Carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO - Dati tecnici

Carabina ad aria compressa Pardini GPR1 EVO - Dati tecnici

Logo Pardini Armi del 40° anniversario

Logo Pardini Armi del 40° anniversario