Pubblicità
Sightmark Latitude 10-40x60 F-Class
  • C'era una volta il Tiro a Segno Nazionale...

Gestione trasparente (secondo UITS)

Tempo di lettura
1 minuto
Letto finora

Gestione trasparente (secondo UITS)

Postato in:

Una notizia apparsa oggi sul sito della nota rivista Armi e Tiro ci lascia piuttosto sorpresi, sollevando dubbi sulla capacità di trasparenza da parte UITS, in un momento così importante per il Tiro a Segno Nazionale, nei confronti di un evento altrettanto importante come la riunione dell'Assemblea elettiva che fra due giorni eleggerà a Roma il nuovo direttivo federale.

In effetti, la notizia pubblicata da Armi e Tiro lascia perplessi. Davvero un Ente Pubblico come l'Unione Italiana Tiro a Segno, obbligata alla trasparenza dal suo stesso ruolo istituzionale, si avvicina alle elezioni del suo nuovo Direttivo con una gestione così poco trasparente dell'informazione?

Per ragioni di TRASPARENZA dell'informazione, vi riportiamo la notizia pubblicata da Armi e Tiro, così come la potete leggere sul loro sito ufficiale.


 

C’è tensione a Roma

Dal sito Armi e Tiro, 20 ottobre 2016

Sabato prossimo 22 ottobre all’hotel Sheraton Roma hotel & conference dalle ore 11,30 si svolgerà l’Assemblea nazionale elettiva dell’Uits. Come è noto oltre al presidente uscente, Ernfried Obrist, gli altri candidati sono Pierluigi Borgioni, Antonio Cantagallo e Luciano Verlicchi. Il clima sembra farsi teso, come dimostra la lettera anonima che tendeva a screditare uno schieramento contrapposto a quello del presidente uscente.

Ma una certa tensione è stata manifestata dal presidente Obrist addirittura verso la stampa. Alla nostra richiesta di accredito è stato risposto che“non è stata prevista la presenza di giornalisti all’interno dell’Assemblea elettiva”.

Non ci pare un bel gesto, considerando che è consentito accedere persino ai seggi elettorali durante lo spoglio delle schede.

L’atteggiamento dell’Uits è da ritenersi tanto più grave in virtù del fatto che è anche ente pubblico che dovrebbe avere in massima considerazione la trasparenza verso i cittadini e soprattutto verso coloro che per professione hanno il dovere di informarli.

L’Uits non è nuova a posizioni del genere, ma l’ufficio stampa del Coni ci ha riferito che tecnicamente all’assemblea possono accedere soltanto gli aventi diritto e dunque sarebbe potestà dell’Uits escludere la stampa. Occorre dire che altre federazioni si sono comportate in questo modo, ma altre hanno invece trasmesso l’Assemblea in diretta streaming.

Certo il presidente uscente non ha neppure concesso l’intervista che pure noi di Armi e Tiro gli abbiamo chiesto anche formalmente via e-mail e di persona ai recenti Assoluti. Eppure i più danno quasi per certa la rielezione di Obrist che dovrà raggiungere la maggioranza qualificata del 55% dei votanti trovandosi a quello che sarebbe il suo quarto mandato


 

Noi poveri ingenui di GUNSweek.com avevamo dato per scontata la possibilità di seguire il lavoro dell'Assemblea Elettiva UITS del 22 ottobre.

Ma dopo il diniego ricevuto dai colleghi di Armi e Tiro abbiamo deciso di provare anche noi a richiedere un accreditamento formale all'evento.

Stiamo a vedere cosa succede... ma se le cose stanno così, con tutta questa poca trasparenza, come faranno i Presidenti TSN a vedere con chiarezza come votare?