• Remington si trasferisce in Georgia!

Remington si trasferisce in Georgia!

Tempo di lettura
2 minuti
Letto finora

Remington si trasferisce in Georgia!

Postato in:

Remington Firearms, la produttrice d'armi più antica d'America, recentemente rifondata dopo la procedura fallimentare del 2020, ha annunciato che sposterà il suo quartier generale dalla sua storica sede di Ilion, nello Stato di New York, ad una nuova struttura a LaGrange, in Georgia: un'altra storica azienda armiera americana lascia la Gun Valley del nord-est!

Pubblicità
Sabatti STR Sport
Remington si trasferisce in Georgia!

Continua la fuga dei produttori d'armi USA dagli Stati del nord-est: dopo l'annuncio della Smith & Wesson degli inizi di ottobre, e dopo i numerosi precedenti di varie filiali USA di importanti aziende europee quali la Beretta, stavolta è la Remington, la produttrice d'armi più antica d'America, a fare i bagagli e trasferirsi al Sud.

 

In un comunicato-stampa dello scorso lunedì 8 novembre, la Remington – fresca di ri-fondazione dopo la procedura fallimentare che nel 2020 ha visto lo smembramento del Remington Outdoor Group – ha annunciato che entro i prossimi cinque anni sposterà il suo quartier generale a LaGrange, in Georgia, abbandonando la sua storica sede di Ilion (New York), che la ospita dal 1816.

L'attuale quartier generale di Remington Firearms a Ilion: l'azienda armiera più antica d'America ha operato dallo Stato di New York per 205 anni

L'attuale quartier generale di Remington Firearms a Ilion: l'azienda armiera più antica d'America ha operato dallo Stato di New York per 205 anni

L'investimento di Remington a LaGrange e nella Contea di Troup ammonterà a 100 milioni di dollari e creerà 856 posti di lavoro; Remington aprirà a LaGrange anche una fabbrica avanzata e un centro di ricerca e sviluppo.

 

«Siamo estremamente felici di trasferirci in Georgia, uno Stato che non è solo accogliente da un punto di vista economico ma che accoglie e supporta in maniera entusiastica le aziende che operano nel comparto armiero», ha dichiarato Ken D'Arcy, amministratore delegato di Remington.

 

Dello stesso entusiastico tono le dichiarazioni di Jim Thornton, sindaco di LaGrange, e di Brian Kemp, Governatore dello Stato, che si preparano a dare un caloroso benvenuto alla Remington in Georgia.

Remington si trasferisce in Georgia!

Secondo la Associated Press, Remington potrà godere degli sgravi fiscali previsti dallo Stato della Georgia in misura di 3000 dollari per ogni nuovo posto di lavoro creato, fino a 12,8 milioni in cinque anni, purché ciascun nuovo dipendente guadagni almeno 28.000 dollari l'anno. Lo Stato offrirà inoltre incentivi per la formazione dei nuovi dipendenti.

 

Il trasloco di Remington si inserisce in un Trend che vede la fuga di grandi ed importanti aziende del comparto armiero statunitense dalla "Gun Valley" – la storica regione compresa tra gli Stati di New York, del Massachusets e del Connecticut che sin dai primi del 1800 ha visto la nascita e l'esplosione del settore armiero americano.

Remington si trasferisce in Georgia!

Gli Stati che storicamente hanno ospitato il cuore del comparto armiero USA, infatti, oggi sono governati da forze politiche fortemente disarmiste, che hanno posto in pratica la loro ideologia tramite l'approvazione di leggi locali che hanno reso la vita impossibile per i legali detentori di armi e per gli operatori economici del settore.

 

Politiche che, oltre a non apportare alcun beneficio dal punto di vista della sicurezza pubblica, stanno causando un'emorragia di posti di lavoro e di entrate fiscali.

 

Sempre secondo la Associated Press, lo Stato di New York avrebbe offerto a Remington agevolazioni fiscali per dieci anni pur di convincere l'azienda a restare a Ilion e ad ampliare le sue capacità produttive in loco: se Remington ha deciso di ignorare un'offerta così generosa, le politiche antiarmi dello Stato di New York devono essere diventate insostenibili. Difficile però che vi sia un'inversione di tendenza finché gli abitanti di quegli Stati continueranno a votare "in un certo modo"...