Articolo precedente
  • CRKT Provoke

CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"

Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"

Postato in:

Tra le più recenti e interessanti novità CRKT, il Provoke è un coltello karambit con un paio di assi nella manica

CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"

Da qualche decennio i coltelli karambit sono popolari fra i praticanti delle arti marziali, considerati fra i coltelli da difesa più efficaci.

Come spesso accade alle armi usate nelle arti marziali, le origini del Karambit sono avvolte nelle nebbie del mistero, ma con ogni probabilità vanno ricercate in un antico attrezzo agricolo usato dalle popolazioni del sud-est asiatico per coltivare e raccogliere il riso: una sorta di falcetto con un anello alla fine dell’impugnatura che consentiva di farlo pendere dal mignolo lasciando le mani libere per lavorare, senza il rischio di perderlo nel fango di una risaia.

Data l’efficacia della sua lama ad artiglio come arma, non deve sorprendere che sia stato impiegato a tale scopo, che sia stato migliorato e che diversi stili di combattimento siano nati attorno a questo strumento.

Ci sono molti modelli di coltelli karambit sul mercato, a lama fissa e pieghevoli, e questi ultimi offrono un ovvio vantaggio in termini di portabilità: ma tutti i pieghevoli alloggiano il filo all’interno dell’impugnatura, con la lama che ruota attorno a un perno nel tallone per portarsi in posizione di apertura. 

Potete trovare pieghevoli karambit con i più svariati sistemi di bloccaggio della lama, ma nessuno è come il CRKT Provoke, che risolve la questione di aprire la lama in posizione d’utilizzo con un approccio davvero peculiare.

L'azienda definisce il CRKT Provoke un "coltello karambit cinematico trasformabile"

L'azienda definisce il CRKT Provoke un "coltello karambit cinematico trasformabile"

Il Provoke, progettato da Joe Caswell della Caswell Knives e prodotto da CRKT, tiene la lama retratta e la porta in posizione d’utilizzo più come l’artiglio di un felino, grazie al sistema brevettato Kinematic: nella posizione di porto la lama è retratta all’indietro, il filo protetto dall’impugnatura in lega 6061 lavorata alla fresa CNC e anodizzata in nero.

Afferrando il coltello chiuso con l’indice nel solido anello, può essere utilizzato come un oggetto contundente (immaginate una sorta di tirapugni a un solo anello) o come un kubotan, senza nessun rischio che la lama venga esposta accidentalmente.

Tuttavia, se sorgesse d’improvviso la necessità di innalzare il livello della risposta, il Provoke consente una fulminea apertura della lama senza necessità di cambiar presa sull’impugnatura.

Alla pressione del pollice sul tallone, la lama in acciaio D2, fresata CNC con sezione a scalpello e nitrurata nera, si sposta in avanti tramite un meccanismo costituito da due leveraggi (pure in acciaio lavorato CNC) quattro perni,  l’impugnatura e la lama stessa, che vanno a formare una sorta di losanga.

Un fermo d’arresto spinto da una molla agisce su un profilo a camma nel perno del leveraggio posteriore mantenendo chiuso il coltello e, quando la lama viene portata in avanti, scatta in un recesso per bloccarla solidamente in apertura.

CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"
CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"
CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"
CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"

L’intera operazione è istantanea, totalmente istintiva (semplicemente impugnando il coltello si comprende come va aperto, e possiamo dire che imparare ad aprirlo abbia un tempo di apprendimento zero) e, a differenza di altri sistemi di apertura a una mano sola di tipo “flip” non si affida all’inerzia della lama per arrivare in apertura.

Affidarsi all’inerzia può far sì che sporcizia, polvere o un’insufficiente lubrificazione lascino la lama in apertura parziale, senza considerare la perdita di capacità’ motorie fini che si accompagna a elevati livelli di stress, tant’è che diversi esperti, tra cui Doug Marcaida, raccomandano in caso si debba usare un pieghevole per difendersi di aprirlo con ambedue le mani, trascurando qualsiasi sistema di apertura “rapida” esistente. Questo non rappresenta assolutamente un problema col Provoke.

CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"
CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"
CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"
CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"

Sebbene sia possibile portare la lama in apertura con un movimento a frusta del polso, tenendo il coltello con l’indice nell’anello, è un’opzione che sconsiglio, sia perché è inutilmente logorante per la meccanica, sia perché non ce n’è assolutamente alcun bisogno dato che semplicemente premendo con il pollice sul tallone della lama si ottiene un’apertura immediata e affidabile.

La particolare conformazione dei leveraggi fa sì che questi vadano a formare parte dell’impugnatura e che sia praticamente impossibile che la lama tenda a richiudersi con una mano che impugna il coltello, persino in caso di rottura del meccanismo di blocco.

Per riporre la lama in posizione di riposo, è bene agire con due mani, premendo la levetta del dente di blocco con un dito della mano che impugna il coltello e usando l’altra per accompagnarla in chiusura.

Può essere chiuso con una mano sola? All’occorrenza sì, cambiando la presa, agendo sulla leva col pollice e facendo un lieve movimento frustato per far iniziare il movimento di chiusura, agendo poi col pollice sul leveraggio posteriore per completarlo, ma è una manovra scomoda e poco naturale.

Il coltello è dotato di una clip piatta che giace a filo dell’anello e dell’impugnatura, e che può essere fatta protrudere leggermente premendo su una sua sezione finemente rigata per offrire un riferimento tattile.

La clip consente di portare il coltello ben affondato nella tasca, con una minima parte dell’impugnatura che ne sporge.

Il tutto ha un aspetto molto futuristico, e il CRKT Provoke non sfigurerebbe in un film di fantascienza o come “bat-coltello”.

È il coltello destinato a rimpiazzare ogni altro coltello? Chiaramente no.

Prima di tutto, bisogna rendersi conto che il Provoke è uno strumento estremamente specializzato, progettato per una funzione precisa: la difesa personale. E come spesso accade in questi casi, serve bene a tale scopo, ma non è altrettanto pratico per altri impieghi.

CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"
CRKT Provoke, il coltello Karambit "cinematico"

VIDEO / Il progetto cinematico del CRKT Provoke: come funziona

Anche supponendo di voler usare un'arma da difesa per altri usi quotidiani, il Provoke non sarebbe pratico (usereste una pistola da difesa come martello per appendere un quadro? o l’estintore a CO2 che tenete in garage, per raffreddare un pacco di lattine di birra?)

Certo, la lama ad artiglio è davvero efficace in molti lavori di taglio che si possono incontrare quotidianamente, ma mostra i suoi limiti quando si tratti di tagliare in modi più tradizionali.

Il sistema di apertura della lama è perfetto per l’uso con lama sottomano tipico di molte arti marziali che impiegano il karambit, ma mettere in opera la lama da altre posizioni non è così semplice, o può essere persino pericoloso.

Inoltre, il CRKT Provoke è piuttosto ingombrante e pesante come coltello-utensile per uso quotidiano se paragonato ad altri coltelli con un’identica lunghezza del filo.

Sebbene poi sia dotato di una clip molto ben studiata, non è particolarmente adatto a essere portato in tasca in quanto il peculiare sistema di apertura della lama può portare ad aperture indesiderate, particolarmente al momento di estrarlo, con la lama ad artiglio che facilmente può impigliarsi e strappare la stoffa dei pantaloni (se vi va bene).

Di fatto la stessa CRKT fornisce un fodero in kydex che costituisce un metodo assai più pratico per portarlo.

Per finire c’è il prezzo non proprio a buon mercato (sui 240 euro, da Coltellerie Collini) che per per un semplice utensile da taglio d’uso ordinario e quotidiano sarebbe un poco eccessivo, ma magari più giustificato per uno strumento da difesa dall’ergonomia accuratamente studiata e dalla lavorazione e finitura eccellenti: ciò che appunto è il CRKT Provoke.


NOTA DEL REDATTORE

Sebbene il Provoke possa essere completamente smontato, si tratta di un'operazione che è meglio evitare - salvo esigenze di manutenzione realmente necessarie - dato che sono necessari alcuni attrezzi specifici e necessita di cura e attenzione nel serraggio delle varie viti e nel posizionamento delle componenti.