• Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Postato in:

Fra le penne tattiche Nitecore ce ne sono due in particolare che si caratterizzano per l’ottima ergonomia, tutta la robustezza della lega di titanio, ma finalmente anche per il design elegante: sono la penna tattica Nitecore NTP30 e la matita tattica Nitecore NTP40

Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Da accessorio di nicchia, peraltro dal costo non indifferente, le “Tactical Pen” – o penne tattiche che dir si voglia – sono divenute nel giro di pochissimo tempo strumenti di larghissima diffusione.

 

L’idea dietro il concetto stesso di penna tattica è semplice: fornire un accessorio d’utilità, di uso comune e di libero porto per chiunque, che in virtù di ciò possa essere introdotto anche in ambienti ad alta sicurezza come aerei o edifici pubblici e che per costruzione e design si presti ad essere utilizzato in caso di necessità come corpo contundente – per intenderci, a mo’ di Kubotan – o come strumento d’emergenza, ad esempio per rompere il finestrino di un veicolo dopo un incidente.

La penna tattica Nitecore NTP30 e la matita tattica NTP40

La penna tattica Nitecore NTP30 e la matita tattica NTP40

Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Da quando il concetto della “Tactical Pen” si è affermato sul mercato, ovvero da circa un decennio, l’offerta si è ampliata fino all’affollamento attuale, con decine di produttori europei, statunitensi e asiatici che producono alternative per tutti i gusti e tutte le tasche, ma quasi tutti caratterizzati da un design che ormai gli addetti alla Security sono addestrati a riconoscere.

 

In tempi relativamente recenti la Nitecore – azienda nota soprattutto per le sue torce tattiche e da utilità di ottima qualità – si è lanciata a sua volta su questo mercato con un’offerta solida i cui modelli più recenti sono la Nitecore NTP30 e la Nitecore NTP40, quest’ultima tecnicamente un portamine, ovvero una matita ricaricabile.

 

Le “Tactical Pen” della Nitecore si distinguono nettamente dalla concorrenza soprattutto in termini di realizzazione: mentre la maggior parte delle penne tattiche oggi disponibili sul mercato sono realizzate in lega d’alluminio, le Nitecore NTP30 e NTP40 sono prodotte dal pieno a partire da barre di lega di titanio rigida TC4 lavorate su macchinari CNC.

 

Ciò le rende non solo estremamente leggere – parliamo di circa 27 grammi per la penna NTP30 e di 23,9 grammi per il portamine NTP40 – ma anche più resistenti all’usura e alla corrosione rispetto al grosso della concorrenza.

 

La penna tattica Nitecore NTP30, lunga in tutto 13,3 centimetri per un diametro di 9,5 millimetri, presenta un design elegante, sottile ed ergonomico, che le consente di confondersi con qualsiasi altra penna da taschino – a differenza della maggior parte delle penne tattiche presenti sul mercato, la cui natura è pressoché inconfondibile a prima vista – e la rende estremamente comoda da utilizzare. 

 

Il corpo della NTP30 presenta una serie di scanalature sul punto di presa per una scrittura più fluida e precisa, mentre la clip da taschino è realizzata in lega di titanio rigida, tenuta in sede da due viti Torx.

Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!
Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Nitecore definisce la NTP30 come “penna tattica ad otturatore scorrevole” (“Bolt-Action Tactical Pen”), e basta dare un’occhiata al sistema di chiusura per capire come mai: il piolino d’apertura, facilmente utilizzabile col pollice, si muove su una guida a doppia L che presenta due scassi laterali alle estremità.

Chiaramente ispirato al design degli otturatori girevoli-scorrevoli dei fucili a ripetizione da caccia e da tiro, questo particolare riduce l’usura delle molle e allunga la vita del sistema rispetto alla normale apertura a scatto.

Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!
Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!
Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Quando la punta è ritratta e la sua leva di azionamento è completamente arretrata, dal retro della penna sporge un corto puntale in acciaio al tungsteno; è questo l’elemento che fa della NTP30 una penna tattica, utilizzabile come oggetto contundente per la difesa personale sulle distanze ravvicinate o come frangivetri d’emergenza.

La NTP30 utilizza le ricariche Schneider Gelion 39 a sfera, dal tratto di 0,4mm, reperibili in cartoleria o su Internet al prezzo medio di circa un euro l’una e nei colori blu, nero, rosso o verde.

Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!

Il portamine Nitecore NTP40, molto simile alla penna NTP30 nelle linee generali, è ancora più compatta, con una lunghezza totale di 13,7 centimetri per un diametro di 9 millimetri. A contraddistinguerlo è l’apertura a scatto, con pulsante posteriore cristallizzato per una maggiore resistenza. Per l’uso come corpo contundente d’emergenza si deve dunque utilizzare la punta frontale.

 

Il portamine Nitecore NTP40 utilizza ricariche Schmidt Feinminen da 0.5 o 0.7 mm, il che la rende estremamente precisa e le fornisce un tratto sottile e netto, adeguato all’uso nel disegno di precisione. La clip da cintura è, come già sulla NTP30, fissata in sede tramite due viti Torx.

 

Le NTP30 e NTP40 non sono le uniche penne tattiche prodotte dalla Nitecore: l’azienda produce anche i modelli NTP10, NTP20 e NTP21.

 

Con un prezzo che si aggira intorno ai 125 euro ciascuna, le Nitecore NTP30 e NTP40, oltre ad essere le più recenti novità nella gamma, sono tuttavia anche le più ergonomiche ed eleganti, sottili e leggere – e del tutto indistinguibili da una normale penna da taschino, cosa che le rende decisamente più interessanti di molti altri prodotti analoghi.

Pubblicità
Nitecore NTP30 e NTP40: le penne tattiche... titaniche!